La protagonista è Treviso

L’arte è come un filo che collega ogni angolo del mondo, ogni punto che tocca lo tinge di una sfumatura diversa arrivando ad essere un arcobaleno di emozioni. Il mondo sta in qualche modo tornando indietro, stiamo riscoprendo valori che ormai si erano dispersi nella freneticità della vita e l’arte purtroppo è una di questi. Da quando non ci fermiamo per un pomeriggio per passare qualche ora in pace? In qualsiasi modo lo si voglia passare dal fare una passeggiata nel verde della nostra restera al fare un giro in un museo.
Negli ultimi mesi però qualcuno si è accorto che oltre ad essere un momento di pace tra noi e chi anni e anni fa ha messo il suo mondo in una tela, è anche un ottima opportunità per i turisti di conoscere la nostra storia e non solo. Come le mostre, meravigliose, dell’Impressionismo e di Francis Bacon che da quando hanno aperto hanno riempito la città di gente.

Da qualche settimana è nata una collaborazione fra l’Amministrazione comunale con il museo “Ermitage” di San Pietroburgo.  E’ in assoluto un grandissimo risultato che da la possibilità a Treviso di aprirsi al mondo per poter valorizzare se stessa e chi la visita. La collaborazione pluriennale prevede diverse forme di scambio : il museo “Ermitage” presterà dei capolavori tenuti al suo interno a Treviso mentre noi ricambieremo prestando le nostre opere, in particolare la collezione d’arte italiana dell’800 e 900 racchiusa nel Bailo, la raccolta Salce e anche le produzione del design italiano.
Oltre ad essere un gran onore per noi poter collaborare con un museo tanto importante si presenta anche come una grandissima opportunità per poter valorizzare e far conoscere il saper fare locale che ha portato alla nascita di grandi capolavori di manifattura, abbigliamento, calzatura, design, pelletteria e tutto quello che ci caratterizza.

Nel futuro di Treviso quindi si presentano grandi novità! Da eventi a esposizioni per conoscere i patrimoni storico-culturali di altri paesi, ricerche e confronti fino allo sviluppo turistico che in qualche modo accomuna tutti i progetti.

Treviso vuole i riflettori su di sé.
E ci sta riuscendo alla grande.