Redentore

Sta per arrivare una delle feste preferite dai veneziani! Sarà proprio questo sabato, il 15 luglio 2017, che i veneziani daranno il meglio di se al Redentore!
Se non sapete cos’è il redentore, ve lo spieghiamo qui in poche righe.

Era il 1577 quando Venezia si liberò dalla peste che aveva diminuito la popolazione di un terzo in soli 2 anni. La peste finalmente fu sconfitta e la gioia del popolo fu davvero tanta; infatti, dopo tale avvenimento decisero di erigere un tempio a Cristo Redentore, al quale resero omaggio ad Aeternum se il morbo avesse risparmiato Venezia.
Così fu, e i veneziani chiamarono Andrea Palladio per erigere il tempio, il quale fu terminato nel 1592. Da quell’anno il popolo, il Senato del Doge e le varie confraternite andavano al tempio attraversando il lungo ponte di barche provvisorio tra le due rive del Canal della Giudecca.

Con il tempo la festività si è evoluta, perchè nei secoli la notte della vigilia è stata sostituita da un rito pagano collettivo. I veneziani adorano questa festa, e la adorerebbero ancora di più se non ci fossero così tanti turisti ad assalire Venezia, ma che dire, non possono tenersi una meraviglia del genere solo per loro!

Così, se non ci siete ancora andati, vi consigliamo di provare!
Al vostro arrivo troverete moduli galleggianti in legno e acciaio, passerelle e un’infilata di 34 barche che sostengono il ponte che per 350 metri e due giorni collega il molo delle Zattere all’isola della Giudecca!
Prendetevi un ombra e un cicchetto e sedetevi sul Canal Grande. Da lì passerà tutto l’arsenale veneziano vestito a festa: gondole e gondolete, Batele, Mascarete, Bragozzi, Sanpierote, Sandoli ecc… 

A mezzanotte avviene la magia: fuochi d’artificio illuminano tutta la laguna!  E poi, festa in ogni piazza di Venezia!
Se non avete parenti a Venezia e non siete veneziani, mettetevela via che le prime ore saranno un po’ confusionarie ma poi appena dopo la mezzanotte la festa è assicurata!

Redentore Venezia Programma 2017

  • Sabato 15 luglio 2017

ore 19.00 ca. apertura del ponte votivo tra le Zattere e l’isola della Giudecca; presentazione degli equipaggi delle regate che si terranno il giorno successivo
ore 23.30 ca. inizio dei fuochi d’artificio a Venezia – Redentore 2017

  • Domenica 16 luglio 2017

ore 16.00 ca. Regate del Redentore a Venezia 2017 lungo il Canale della Giudecca
ore 19.00 ca. Santa Messa della festa del Redentore a Venezia luglio 2017

 

Carnevale? tempo dee fritoe

Per le ricette del sabato, oggi vi propongo le fantastiche frittelle! Carnevale non è carnevale senza un mese di frittelle infinite.

Questo dolce è tipico della nostra tradizione, quella veneziana, ma in tutto il veneto e poi il nord-ovest si svilupparono ricette locali, ognuna con una specialità rispetto alle altre.
Nel ‘600, coloro che preparavo “e fritoe”, cioè i fritoleri, avevano fondato una loro associazione formata al tempo da 70 componenti. Ognuno di questi componenti aveva la sua zona dove poteva preparare e vendere le frittelle senza dare fastidio agli altri. Tutto questo durò circa fino all’ 800, tramandando di figlio in figlio la passione e la conoscenza.
Sono arrivate così fino a noi, dando allegria al nostro palato in questo periodo dove non bisogna badare ai kg che si prendono 🙂

La ricetta che vi porto è di mia mamma, la NUMERO 1  per me, le sue frittelle sono spaziali! Quelle originali hanno l’uvetta, io vi riporto due versioni di ricette che mi ha passato mia mamma, potete decidere quella che preferite. In tutte e due potete aggiungere o omettere l’uvetta, per chi come a me non piace.

…… La prima ricetta! 

Ingredienti: 

1/2 litro di acqua
2 hg margarina
1 pacchetto di uvetta
5 o 6 uova
3 hg farina
aromi a piacere
un po’ di sale
3 hg di zucchero

Procedimento:

Versate in una pentola lo zucchero, l’acqua il sale e 200 g di margarina e mettetela sul fuoco. Quando bolle versare la farina, mescolare bene fino a che si formi una palla e spegnere il fuoco. Lasciare la palla raffreddare per un po’.
Dopo aver aspettato che si raffreddi, lavate  l’uvetta e versate nella pentola 3/4 del sacchetto e gli aromi che volete.
Versate poi le uova una alla volta, sbattendo bene finchè diventi una crema gialla.
Ora è il tempo di friggere. Friggete in una casseruola alta e non molto grande purchè l’olio sia alto e le frittelle anneghino dentro. Il fuoco tenetelo al minimo. Quando l’olio sarà ben caldo, iniziate a friggere le frittelle aiutandovi con un cucchiaio per versarle e dargli una forma.
Una volta pronte tutte le frittelle, cospargete lo zucchero a velo (meglio farlo quando si raffreddano un po’ perchè altrimenti lo assorbe subito).

….. La seconda ricetta!

Ingredienti:
un pizzico di sale
1 lievito
6 uova
3 arance grattugiate
14 cucchiai di zucchero
6 hg di ricotta
1 bicchiere e 1/2 di latte
6 cucchiai di liquore
6 hg di farina
1 vaniglia
1 bustina di uvetta

Procedimento: 

Sbattete le uova unite con lo zucchero. Unite poi il latte, la ricotta, il pizzico di sale, le arance grattugiate ed il liquore.
incorporate infine la farina e l’uvetta. Per ultimo aggiungete il lievito.
Ora friggetele come nella ricetta prima.